Tutto Stranieri

Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

News:

Prova la nuova app Android per navigare sul forum TuttoStranieri

Autore Topic: Padre non EU di cittadino italiano. Come funziona?  (Letto 938 volte)

Alessia82

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 1
Padre non EU di cittadino italiano. Come funziona?
« il: 09 Luglio 2012, 18:00:58 »

Buongiorno,
sono futura mamma (italiana) di un bambino che nascerà a gennaio 2013. Il papà è straniero non comunitario (Filippino) e al momento non è in Italia, non risiede in Italia, e non ha nemmeno un visto turistico. Lavora su navi da crociera italiane (con contratto purtroppo registrato all'estero) e quando deve recarsi in Italia per imbarcare/sbarcare la compagnia gli procura un visto temporaneo con il quale può arrivare via aerea e scendere a terra durante le soste in porto. Ammesso che durante una di queste soste lui abbia il tempo di venire in Comune per il riconoscimento del figlio, di che documenti ha bisogno? Inoltre dopo la nascita può chiedere un permesso di soggiorno o carta di soggiorno (scusate l'ignoranza ma non so quale sia la differenza) per genitore di cittadino italiano? Deve presentare la richiesta di persona e in tal caso può circolare per il tempo necessario senza visto o posso presentare la richiesta io? La regola che "madre di cittadino italiano non può essere espulsa" vale anche per il padre? Scusate  l’ignoranza ma la cosa ci è capitata fra capo e collo e a queste cose non avevamo mai pensato, inoltre mi sono rivolta per informazioni prima al Comune dove risiedo ma sembra che gli addetti non siano mai sicuri di niente e la disponibilità è a dir poco scandalosa. Poi ho chiesto in Questura e mi hanno detto che prima deve avere un visto turistico per il quale serve una fidejussione di 5.000 euro(e chi ce li ha?!?!)  e una copertura sanitaria di 30.000, aggiungendo con un sorrisetto che tanto il visto non glielo rilasceranno mai… confortante… Mi sa che faccio prima a trasferirmi io nelle Filippine ma la cosa non mi attira molto.
Connesso

Amedeo

  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1915
Re: Padre non EU di cittadino italiano. Come funziona?
« Risposta #1 il: 10 Luglio 2012, 08:45:30 »

Buongiorno,
sono futura mamma (italiana) di un bambino che nascerà a gennaio 2013. Il papà è straniero non comunitario (Filippino) e al momento non è in Italia, non risiede in Italia, e non ha nemmeno un visto turistico. Lavora su navi da crociera italiane (con contratto purtroppo registrato all'estero) e quando deve recarsi in Italia per imbarcare/sbarcare la compagnia gli procura un visto temporaneo con il quale può arrivare via aerea e scendere a terra durante le soste in porto. Ammesso che durante una di queste soste lui abbia il tempo di venire in Comune per il riconoscimento del figlio, di che documenti ha bisogno? Inoltre dopo la nascita può chiedere un permesso di soggiorno o carta di soggiorno (scusate l'ignoranza ma non so quale sia la differenza) per genitore di cittadino italiano? Deve presentare la richiesta di persona e in tal caso può circolare per il tempo necessario senza visto o posso presentare la richiesta io? La regola che "madre di cittadino italiano non può essere espulsa" vale anche per il padre? Scusate  l’ignoranza ma la cosa ci è capitata fra capo e collo e a queste cose non avevamo mai pensato, inoltre mi sono rivolta per informazioni prima al Comune dove risiedo ma sembra che gli addetti non siano mai sicuri di niente e la disponibilità è a dir poco scandalosa. Poi ho chiesto in Questura e mi hanno detto che prima deve avere un visto turistico per il quale serve una fidejussione di 5.000 euro(e chi ce li ha?!?!)  e una copertura sanitaria di 30.000, aggiungendo con un sorrisetto che tanto il visto non glielo rilasceranno mai… confortante… Mi sa che faccio prima a trasferirmi io nelle Filippine ma la cosa non mi attira molto.


Purtroppo c'è molta ignoranza nel settore dell'immigrazione.   Vediamo quindi i punti.

I documenti occorrenti per il riconoscimento del figlio sono solo il passaporto.

Dopo il riconoscimento del bambino potrà chiedere di persona e direttamente (senza necessità di alcun visto) una Carta di Soggiorno ai sensi del DL 30/2007 (v. in home page . menù) direttamente in quesura.

Un saluto,
Connesso
Amedeo

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

e-mail (solo casi riservatissimi): amedeo_si@yahoo.it
 

Edizioni dell'impossibile
P.IVA 10029651006 - CCIAA 1205173